L’INATTESA ALCHEMICA BELLEZZA DEL COLLODIO

E’ Altrove. Il luogo in cui la forma incontra la materia, la moda abbraccia l’arte, la bellezza sposa l’antica tecnica del collodio producendo suggestioni degne di una città che fluttua ai confini del tempo.

Experience 10# Alchemical Beauty è la mostra allestita a Venezia nel flagshipstore + studio fondato da Miriam Nonino e Alessandra Milan che espone una serie di scatti al collodio frutto dell’inquietudine creativa del fotografo Carlo Furgeri Gilbert. Sperimentazioni contemporanee che avvalendosi di tecniche antiche provano a individuare nuovi codici comunicativi.

In questo spazio che vive di contaminazioni espressive l’approccio alla moda predilige la via del design e lo sviluppo della forma è al centro del processo creativo. Ne risultano abiti di sofisticata essenzialità e rara purezza stilistica che fanno narrazione di sé anche attraverso i racconti di Experience: contenitore di fotografia, musica, video, design, illustrazione, performance. E di alchemica bellezza.

La tecnica del collodio umido è un antico procedimento analogico di sviluppo fotografico su lastra che restituisce immagini dal fascino inaspettato: una estetica vaga e spettrale, imperfetta eppure dettagliata. Foto uniche, irripetibili, come incuranti del tempo. Un procedimento messo a punto nel 1851 dall’inglese Frederick Scott Archert che rivoluzionò il mondo della fotografia perché di più semplice utilizzo rispetto alle tecniche esistenti. Si potevano creare negativi su lastre di vetro dimezzando il tempo di esposizione e cogliendo così le persone con più immediatezza anche se non ancora nell’istante. Con il passare del tempo alle lastre di vetro, fragili e di difficile trasporto, si preferirono altri materiali: in principio il ferro, poi la latta smaltata, infine l’alluminio anodizzato. Ogni lastra un solo esemplare e nessuna concessione a interventi di correzione. Appese alle pareti, quindi, le immagini così come sono uscite dalla fotocamera.

Un’esperienza tattile, sensuale quasi, con la materia che richiede al fotografo doti di alchimista e fa della realizzazione dell’immagine una cerimonia di preparativi meticolosi. I composti chimici, la colatura del collodio sulla lastra, il bagno d’argento: l’intero processo ha la solennità di un rituale liturgico.

Una fotografia che cede il passo alle lusinghe di un ritmo lento fatto di sedimentazione e ricerca e che consegna lo scatto alla magia dell’insondabile. Che abbandona il rigore della tecnica in favore di graffi, macchie opache e effetto sfuocato. Una fotografia che proprio nel percorso a ritroso dalle norme su cui si fonda la pratica all’ imponderabilità del caso recita frammenti solidi di poesia.

E’ Altrove. Il luogo in cui la forma incontra la materia, la moda abbraccia l’arte, la bellezza sposa l’antica tecnica del collodio producendo suggestioni degne di una città che fluttua ai confini del tempo.

Experience 10# ALCHEMICAL BEAUTY Ferrotipi Fotografici di Carlo Furgeri Gilbert è ad ALTROVE STORE + STUDIO Calle Moro 2659/A – San Polo – Venezia fino al 31 dicembre 2015.

www.iosonoaltrove.comFacebook - Instagram

Ph. Carlo Furgeri Gilbert - Ph. Assistant Stefano Casiraghi - Stylist Giulia Wolfson - Mua Letizia Maestri - Mua Assistant Meri Candela  - Model Olya Dotsenko + Sangl Kim - Clothes Altrove Venezia 

 

 

 

 

No Comments Yet.

Write a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *