NOBAHAR DESIGN MILANO

Nonostante il suo profondo interesse per il design, unito alla sua innata capacità di disegnare e dipingere, Sogand Nobahar sceglie di studiare matematica e poi a Teheran, in Iran, design industriale. Si trasferisce in Italia per completare la sua formazione e proprio qui decide di dare vita al suo brand Nobahar Design Milanoquello che lei definisce: “il mio sguardo sulla vita, in questo mondo caotico”.

Despite her deep interest in design coupled with my inherent ability to draw and paint, Sogand Nobahar chose to study mathematics. Later she pursued Industrial Design in Tehran, Iran and then moved to Italy to complete her education. By launching her brand Nobahar Design Milano she aims to express her look on life in a chaotic world.

Francesca Interlenghi: Mi è subito piaciuto il tuo lavoro, appena l’ho visto. Trovo che la moda iraniana stia attraversando un momento davvero dinamico ed è bello vedere che i giovani designer iraniani stanno iniziando a ottenere riconoscimenti. Quando hai lanciato il tuo brand e perché?

Sogand Nobahar: È un tale piacere che una persona come te l’abbia notato e lo apprezzo molto. Ho lanciato Nobahar Design Milano nell’estate 2016, ma ho presentato la prima creazione l’8 marzo 2017 nella giornata internazionale della donna: un gioiello di design dedicato alla protesta per la violenza contro le donne.

Nobahar Design Milano, Ph. Elisabetta Brian

Francesca Interlenghi: I instantly liked your work the first time I saw it. Contemporary fashion from Iran is going through such an exciting moment and it’s great to see that Iranian young designers are starting to achieve recognition. When did you launch your brand and why?

Sogand Nobahar: It is such a pleasure a person like you noticed that and I really appreciate it. I started Nobahar Design Milano in summer 2016 but I presented the first piece on the 8th of March 2017 on the international women day, a design piece dedicated to protesting the violence against women.  

Francesca: Il design di Nobahar è anti-convenzionale e contemporaneo, alla moda ma accessibile, esattamente come penso le donne vogliano vestirsi oggi. Come descriveresti lo spirito del brand?

Sogand: Il brand per me è esattamente come l’hai descritto e sono davvero felice che tu l’abbia capito. Vengo da una cultura in cui la gioielleria è fortemente tradizionale e mi sono trasferita in uno dei Paesi simbolo della gioielleria di alta gamma. La combinazione dei due mondi ha dato una forte identità ai miei prodotti: gioielli di design indossabili, non convenzionali, realizzati con materiali e colori insoliti che esprimono concetti precisi.

Nobahar Design Milano, Ph. Elisabetta Brian

Francesca: Nobahar design is unconventional and contemporary, cool but approachable which I think is how women want to dress today. How would you describe the spirit of the brand?

Sogand: The brand for me is exactly how you described it and I am really glad you felt that. I come from a culture where jewelry is strongly traditional and I moved to one of the symbolic countries of fine and high-end jewelry. The combination of the two created a strong identity for my products because I decided to create unconventional wearable designs, with unusual materials and colors which express precise concepts

Francesca: La tua abilità nel combinare tradizione e innovazione, il patrimonio culturale della Persia con le nuove tecniche e i sistemi di produzione rende affascinanti i tuoi gioielli: hanno sempre una storia da raccontare. Come riesci a far convivere le tue diverse anime?

Sognad: Queste creazioni sono un modo per far sentire la mia voce nel mondo. Nella mia vita ho sempre avuto un punto di vista differente, ricordo che da adolescente volevo cose diverse rispetto a quelle che volevano le persone intorno a me. Non lo so, forse il desiderio di impormi deriva dal fatto che sono la figlia più piccola di una grande famiglia? O forse perché venendo da un Paese con notevoli limiti, soprattutto per le donne, ho dovuto inventarmi un modo per essere notata? Non saprei dire con esattezza, ma so che amo le mie contraddizioni. C’è una frase di Nassim Nicholas Taleb che mi piace sempre ricordare: “Voglio vivere felicemente in un mondo che non capisco”.

Nobahar Design Milano, Ph. Elisabetta Brian

Francesca: Your ability to combine tradition and innovation, the cultural heritage of Persia and the new techniques and manufacturing systems, that’s what makes your jewels fascinating. They always have a story to tell. How do you make your different souls live together?

Sognad: These designs and the pieces are my voice in this world. I always had a different point of view in life, I remember even as a teenager I wanted different things comparing people around me. I don’t know, maybe it is because I am the last child of a big family that I tried to have my voice? Maybe coming from a country with considerable limitations especially for women, made me find different ways to be noticed? I don’t know exactly why, but I know I love to be in my contradictory world. There is a phrase from Nassim Nicholas Taleb that I always like to remember: “I want to live happily in a world I don’t understand.”

 Nobahar Design Milano, Ph. Elisabetta Brian

Francesca: Il nome “Nobahar” è persiano e significa “Nuova primavera”. Indica nuovi inizi, rinnovamento, rinascita e ricrescita. Questi sono i concetti su cui Nobahar Design Milano si fonda. Potresti approfondire un po’ l’idea di rinascita?

Sogand: Rinascita è una parola che ha molti significati per me. Il mondo della gioielleria mi ha sempre affascinato, sin da quando ero bambina; quello a cui miravo, attraverso i miei studi e con le successive esperienze lavorative, era creare il mio marchio, un progetto in cui poter raccogliere pensieri, idee, nostalgie, esperienze e trasformarli, dargli nuova vita in gioielli con l’obiettivo di comunicare silenziosamente ciò che si è, ciò in cui si crede e ciò che si desidera esprimere. Pertanto, pensando al mondo di oggi, ho fondato Nobahar Design Milano con l’obiettivo di ispirare coraggio, comportamenti etici e pace incoraggiando ogni persona a esprimere la sua vera essenza.

 Nobahar Design Milano, Ph. Elisabetta Brian

Francesca: The name “Nobahar” is Persian and it means “New Spring.” It indicates new beginnings, renewal, rebirth and regrowth. This is what Nobahar Design Milano is founded on. Could you elaborate a bit on the notion of rebirth?

Sogand: Rebirth, the word that has a lot of meanings for me. The world of jewelry has always fascinated me, ever since I was a child, the study choices and subsequent work experiences have always had its main goal which was to create my own brand in where I could collect thoughts, ideas, nostalgias, experiences and transform them into pieces that communicate silently what one is, what one believes in and what one wants to express. A new life to all of those. Therefore, in the contemporary world of today, I founded Nobahar Design Milano with a goal to inspire courage, ethical behavior, and peace which helps any person to be his/her real self.

Nobahar Design Milano, Ph. Elisabetta Brian

Francesca: Quante collezioni hai realizzato? Puoi descrivere le caratteristiche più salienti di ciascuna di esse?

Sogand: Nobahar Design Milano ha una collezione principale che si chiama MyCity, pensata per tutte le persone che vivono lontane dalla loro terra ed è come se, indossando un mio gioiello, portassero con sé un pezzo delle loro origini. Ad oggi questa collezione è composta di due linee: Teheran, che è la mia città natale e Napoli, che è la città del mio compagno. Ci sono gioielli in edizione limitata che sono il risultato della partecipazione a concorsi nazionali o internazionali. Sono grata per tutti questi progetti perché in ogni concorso ho vinto o sono stata premiata. Penso al mio primo polsino The Rebirth Of Lotus, vincitore del 1° premio del concorso internazionale “A Jewel For Life” il cui tema era il gioiello come simbolo per protestare contro la violenza contro le donne. La mia seconda creazione in edizione limitata è la spilla Fluidity Is The Way To Life, vincitrice del 3° premio alla Venice Design Week del 2017: dedicata ai 409 ponti di Venezia e alla fluidità dell’acqua ci ricorda, toccandola, quanto sia necessario un atteggiamento fluido nella nostra vita. Il mio terzo gioiello in edizione limitata 2018/2019 è la spilla My Inner Freedom – ne ho create dieci ispirate a Enso Il Cerchio e alla danza Dervishi – che è stata selezionata per il concorso “Gioiello Comunicazione” ed è stata presentata alla Milano Fashion Week 2019. La mia quarta edizione limitata è la collezione Bāzār. Anello e bracciale tinti a mano con tè nero, la bevanda tradizionale dei bazar, perché entrambi sono ispirati ai miei ricordi del grande bazar di Teheran e al museo dei bijoux in Italia. Questa collezione è stata premiata al Museo Bijoux di Casalmaggiore. L’ultimo pezzo in edizione limitata del 2019 è la spilla CinCin che è stata selezionata per la mostra “Fermenting Jewelry 2019”. Si ispira al movimento del vino rosso quando viene fatto roteare nel bicchiere e rappresenta i nostri momenti di qualità trascorsi insieme. In questi anni ho anche creato anelli e spille unici nel loro genere. Sono unici perché ognuno è stato realizzato con un piccolo pezzo di tappeto persiano fatto a mano in seta che ho annodato personalmente. Sono un ottimo esempio della mia idea del marchio: una combinazione di tradizione e tecnologia.

Nobahar Design Milano, Ph. Elisabetta Brian

Francesca: How many collections have you made? Can you describe the most salient features of each of them?

Sogand: Nobahar Design Milano has the main collection called MyCity, a collection for all the people far from their homeland or their hometown. So, you can take a piece of your city always with yourself. Till now there are two lines for this collection, Tehran, which is my hometown & Napoli, which is my partner’s home. Then there are limited edition pieces that all the result of participation in different national or international contests. I am grateful for all these designs because each one of them won and has been awarded in the contest. Like my first design The Rebirth Of Lotus cuff, 1st prize winner of the international contest which the theme was “A Jewel For Life” symbolic jewelry t protest violence against women. My second limited edition piece is Fluidity Is The Way To Life”brooch, 3rd prize winner at Venice Design week of 2017. A design dedicated to the 409 bridges of Venice and fluidity of water that with touching it reminds us how to be always fluid in our life. My third limited edition piece of 2018/2019 is My Inner Freedom brooch only in 10 pieces inspired by Enso circle and Dervishi dance which has been selected for the “Gioiello Comunicazione” contest and has been presented on the Milan Fashion Week 2019 runaway. My Fourth limited edition is Bāzār collection. The ring and the cuff in this collection are inspired by my memories of the grand bazaar of Tehran and the museum of bijoux in Italy which they have been dyed manually with black tea, the traditional drink of bazaars. This collection Awarded at Bijoux Museum of Casalmaggiore In Italy. The last limited-edition piece of 2019 is CinCin brooch which has been selected for Fermenting Jewelry 2019 exhibition. This piece is inspired by the movement of the red wine in the glass when we swirl it which represents our quality moments together. I created also one of a kind rings and brooches during these years. They are unique because each piece created with a small, handmade silk Persian carpet which I knotted personally. They are a great example of my brand concept, a combination of tradition and technology.

Nobahar Design Milano, Ph. Elisabetta Brian

Francesca: Lavorazioni artigianali e ispirazioni artistiche danno vita a accessori adatti alle donne di carattere che usano la moda per esprimere le loro emozioni. “Sii chiunque tu voglia essere” è il mio motto. E il tuo?

Sogand: Esattamente, come ho detto prima, ho fondato Nobahar Design Milano con l’obiettivo di ispirare coraggio, comportamenti etici e pace così che ogni persona possa essere sé stessa. Le mie creazioni sono per coloro che desiderano indossare gioielli simbolici, persone che danno valore alla storia e con il loro stile vogliono lasciare un segno nella società.

Francesca: By availing yourself of exquisite craftsmanship and artistic inspirations, you create accessories that are suitable for women of character who each use fashion to express emotions. “Be whoever you want to be” is my statement. What about yours?

Sogand: Exactly, as I told before I founded Nobahar Design Milano with a goal to inspire courage, ethical behavior and peace that helps any person to be him/her real self. Nobahar Design Milano pieces are for those who want symbolic designs, they care about the story and they want to use their style to have a voice in the society.

Nobahar Design Milano, Ph. Elisabetta Brian

Francesca: Quali i prossimi progetti? Cosa farai per sviluppare la tua attività?

Sogand: Sono molto soddisfatta di ciò che ho realizzato in questi due anni e mezzo di attività. Penso soprattutto alla bella immagine del mio marchio che sono riuscita a costruire: la cosa che desideravo di più e che continuerò a sviluppare e migliorare anno dopo anno. Propositi per il futuro? Ho ancora molto da fare, sono solo all’inizio. Vorrei continuare a strutturare la mia azienda e ottenere riconoscimenti partecipando a concorsi internazionali sempre più prestigiosi. Il 2020 sarà l’anno in cui mi concentrerò maggiormente sul mercato internazionale.

Francesca: Do you have any upcoming projects? What steps will you take in order to develop your business?  

Sogand: I am very satisfied with what I managed to achieve in these two and a half years of activity. I think above all, the beautiful image of my brand that I managed to build, the thing I wanted most, which I will continue to develop and improve year after year. My resolutions for the future? There is still a lot to do, I am only at the beginning. I would like to continue to structure my company and obtain increasingly prestigious international awards recognitions. 2020 will be the year to focus more on the international market.

Nobahar Design Milano, Ph. Elisabetta Brian

Many thanks to Sogand Nobahar who gave the interview to me. More info via: web siteFacebookInstagram 

Photos by Elisabetta Brian 

Comments are closed.