Y. & SONS, BESPOKE TAILORING

L’edizione appena conclusasi di Pitti Uomo ha fatto da sfondo al mio incontro con il marchio giapponese Y. & SONS, uno di quelli coinvolti nel progetto “5 CURATORS/ONE SPACE”, la vetrina presentata da T-Michael – il designer noto per l’innovazione nel suo creazioni su misura – che ambisce a mettere in evidenza il carattere contemporaneo della moda maschile.

The last edition of Pitti Uomo provided the backdrop to my meeting with the Japanese brand Y. & SONS. This brand was involved in the “5 CURATORS/ONE SPACE”, a project presented by the designer T-Michael known for his innovative bespoke creations that seek to tap into the zeitgeist of contemporary fashion.

Ph. Credit AKA Studio Collective

 Francesca: Chi è la mente creativa del brand e quando è stato fondato?

Y. & SONS: Il leader del progetto è Takayuki Yajima della YAMATO CO., LTD. un’azienda specializzata nel Kimono tradizionale, fondata nel 1917 dal bisnonno di Takayuki. Diversi consulenti sono entrati a far parte dell’azienda da allora e all’inizio del 2015 abbiamo deciso di lanciare la nuova etichetta Y. & SONS. Naomi Hirabayashi, art director del progetto, sta lavorando al visual design per rafforzare l’identità del brand e Tsuyoshi Nimura – che annovera tra i suoi clienti nomi del calibro di Toyota, Nissan e N. Hollywood – svolge il ruolo di stilista e direttore acquisti.

Francesca: Who is the creative mind behind the brand and when was it established?

Y. & SONS: Our project leader is Takayuki Yajima from YAMATO CO., LTD. It’s a company that specializes in traditional Kimono and was established by Takayuki’s great-grandfather in 1917. Consultants from different areas have joined us since the very beginning. In early 2015, we decided to launch the new label Y. & SONS. Naomi Hirabayashi is the art director of the project and is tasked with strengthening the brand’s identity by using visual design. Tsuyoshi Nimura, however, whose clients include groups such as Toyota, Nissan and N. Hollywood, is our stylist and also head of purchasing.

Ph. Credit Nicoletta Subitoni 

Francesca: L’intero progetto si basa sull’idea di rendere gli uomini “cool” facendo indossare loro il Kimono su misura. Come è possibile trasformare un capo tradizionale giapponese in qualcosa di veramente innovativo?

Y. & SONS: Fondamentalmente il nostro approccio al Kimono è piuttosto tradizionale perché è saldamente ancorato alla storia dell’azienda di famiglia, la YAMATO CO., LTD., fondata nel 1917. Pensando alle generazioni future, puntiamo a rendere questo indumento più moderno senza per questo sminuire il grande valore artigianale che lo contraddistingue. Il motivo per il quale Takayuki Yajima ha lanciato Y. & SONS è per far sentire le persone “cool” quando indossano il Kimono! Abbiamo perciò ampliato la gamma di modelli rendendolo più consono allo stile di vita europeo: il risultato è una nuova narrativa, una nuova visione di un capo tradizionale che sta ricevendo pareri favorevoli dalla critica internazionale. Enfatizzando il concetto di “su misura”, abbiamo intrapreso questa nuova avventura che ha per protagonista il Kimono, con lo scopo di distinguerci dagli altri concorrenti del mercato della moda e offrire qualcosa di speciale ai nostri clienti.

Francesca: The whole project is based on the concept of making men “cool” by wearing bespoke Kimono. How do you turn a traditional Japanese garment into a truly transformational one? 

Y. & SONS: Basically our Kimono style is quite traditional because it is firmly anchored in the family company, YAMATO CO., LTD., founded back in 1917. With future generations in mind, we aim to modernize our product while maintaining its high level of craftsmanship. This is the reason why our director Takayuki Yajima launched Y. & SONS, namely, to make people feel “cool” while wearing the Kimono! In so doing, we widened the range of styling to make it more suitable for European lifestyles. As a result we were able to develop a new narrative around this traditional garment and have been successful in winning much acclaim from the fashion industry. Highlighting the tailor-made concept, we have ventured into an unchartered Kimono experience with the purpose of distinguishing ourselves from other competitors in the fashion market and offering something special to our clients.

Ph. Credit Enrico Labriola

Francesca: Non appena ho guardato la collezione, ho notato che combina linee severe con stampe, colori e accessori occidentali unici come cappelli, scarpe e borse. Potrei dire una rivisitazione in chiave moderna che aggiunge un elemento di sorpresa al vestire quotidiano. Come siete arrivati a questo risultato?

Y. & SONS: Il Kimono può sicuramente essere un indumento riconducibile alla tradizione, la nostra caratteristica è quale di mescolarlo e abbinarlo con diversi elementi che spaziano tra diverse aree e culture. La diversità diventa un fattore stimolante e arricchente per la moda. Condividere la nostra visione significa quindi dare carattere personale e distintivo al Kimono soddisfando un ideale estetico che ha molto a che fare con la consapevolezza. Innegabilmente, la gente ti guarda quando indossi Kimono!

Francesca: As soon as I looked at the collection, I noticed that it combines stark lines with unique prints, colors, and western accessories such as hats, shoes and bags. I might say a modern retelling that adds an element of surprise to everyday dressing. How did this come about?

Y. & SONS: Kimono can be about tradition, but here it is all about mixing and matching different elements from different areas and cultures. Diversity here becomes stimulating and enriching for fashion. Sharing our vision means to apply the signature personality to this clothing and fulfill an aesthetic ideal that deals with consciousness. Undeniably, people look up to you when you are wearing the Kimono!

Ph. Credit Nicoletta Subitoni

Francesca: L’opulenza sobria dei tessuti preziosi è di forte impatto. Chi è l’uomo vuole indossare oggi un Kimono sartoriale fatto su misura?

Y. & SONS: Siamo convinti che oggi esista latente nelle persone un forte desiderio di indossare il Kimono. La sua versatilità lo rende adatto a una interpretazione moderna, tradizionale o originale. E’ possibile rispettarne la sobria ricchezza, rispettando così anche la storia e la cultura giapponese, oppure lo si può trasformare in una dichiarazione di intenti abbinandolo con degli accessori alla moda.

Francesca: Understated opulence in refined fabrics creates a strong impact. Who is the ideal man who would wear your bespoke tailoring Kimono nowadays?

Y. & SONS: We strongly believe that people have a hidden desire to wear the Kimono. Being very versatile, it can be worn in a modern, traditional or quaint way. You can express yourself through its understated opulence by either respecting conventional aspects of Japanese history and culture or by embracing fashion accessories and transforming it into a statement piece.

Ph. Credit Gianluca Senese

Francesca: Parlando del vostro stemma di famiglia dite che ha due significati diversi: la montagna e l’aquila. Che cosa significa?

Y. & SONS: La nostra idea è quella di crescere insieme ai clienti come un’aquila che sorvola la montagna. Questo è il motivo per cui il nostro stemma di famiglia è composto di due simboli diversi. L’aquila è rappresentata dalla doppia piuma  mentre la montagna – yama in giapponese – è rappresentata dal simbolo orientale “山”.

Francesca: Talking about your family crest you say it has two different meanings: mountain and eagle. Can you elaborate on this?

Y. & SONS: We want to grow with clients like an eagle flying over the mountain. This is the reason why our family crest is comprised of two different symbols. The eagle is represented by the double feather and mountain - yama in Japanese. This is designated by the Oriental alphabet’s sign “山”.

Ph. Credit Nicoletta Subitoni

Francesca: Progetti per il futuro? Cosa farete per trasmettere la cultura del Kimono giapponese?

Y. & SONS: Innanzitutto, il nostro obbiettivo è trasformare il Kimono in un indumento adatto alla vita quotidiana evidenziando il ruolo chiave che può svolgere nel guardaroba di un uomo. Ma oltre a questo, collaboriamo con una vasta rete di laboratori sparsi in tutto il Giappone che ci permettono di lavorare sul Kimono offrendo una serie di alternative. Ad esempio, in questa edizione di Pitti Uomo presentiamo una piccola selezione di cappelli realizzati in tessuto Kimono e nello stesso modo stiamo per produrre anche delle camicie. Quello che speriamo è che le persone traggano ispirazione dalla nostra visione unica del mondo del Kimono!

Francesca: Do you have any upcoming projects? What steps will you take in order to pass on the values of Japanese Kimono culture?

Y. & SONS: First of all, our mission is to turn Kimono into a piece of clothing suitable for daily life and emphasizing the key role that this item can play in a man’s wardrobe. But other than that, we co-operate with a wide network of workshops throughout Japan so we are able to implement the Kimono’s essence by providing a variety of alternatives. For example, for this edition of Pitti Uomo we are presenting a small selection of hats made in Kimono fabric and we are getting ready to produce some shirts too. We hope people will be inspired by our unique take on Kimono’s world!

Mr. T-Michael wearing T-Kimono - Ph. Credit Ko Tsuchiya 

 Y. & SONS: web site  - FacebookInstagram

Cover story by Nicoletta Subitoni

I’m wearing Elle Venturini 

 

Comments are closed.